CRITERI PER LA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DELLE BORSE ERASMUS

La graduatoria viene determinata sulla base di una formula che tiene conto di:

Media ponderata
Crediti conseguiti
Anno di corso
Valutazione da parte della Commissione esaminatrice di ogni altro elemento risultante dalla carriera dello studente, dalle motivazioni come indicate nella domanda del bando e dal colloquio finale di selezione.

La formula utilizzata per determinare la graduatoria contemperando i sopra indicati elementi è la seguente :

P= [(CR) / (60 x (A - 0,5)] + M + C

dove

P è il punteggio finale di graduatoria
CR sono i crediti conseguiti
A è l'anno di iscrizione
M è la media ponderata
C è il punteggio assegnato dalla Commissione in sede di colloquio

Regole generali

I crediti conseguiti(CR) e la media ponderata (M) sono quelli risultanti dalla domanda di partecipazione al bando e dall'allegata autocertificazione.
La Commissione stila una graduatoria sulla base del punteggio (P) conseguito in base alla sopra indicata formula.
Gli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale in Giurisprudenza, al corso di laurea triennale in Scienze Giuridiche e al corso di laurea triennale in Operatotre giuridico d'impresa non possono partecipare all'assegnazione delle borse riservate, in base agli accordi stipulati con le relative Università straniere, agli studenti iscritti al corso di laurea triennale e specialistica in Servizio sociale.
A parità di punteggio i candidati iscritti al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza prevalgono sui candidati iscritti ai corsi di laurea triennali, fatta salva la riserva di posti destinati agli studenti dei corsi di laurea in Servizio Sociale.
A parità di punteggio tra candidati iscritti al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza o tra candidati iscritti a corsi di laurea triennali prevale il candidato iscritto all'anno di corso più avanzato
Nel caso di passaggio dal corso di laurea in Scienze Giuridiche al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza l'anno di corso (A) viene considerato l'anno di iscrizione al corso di laurea magistrale.
Nel caso di passaggio di studente che abbia conseguito la laurea triennale in Scienze Giuridiche al corso di Laurea Magistrale l'anno di corso (A) viene considerato come il quarto anno del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza.